Informativa sull'uso dei cookie

 Ylenia Caioli

Brexit: cosa cambia per i viaggi nel Regno Unito dal 2021

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Alla fine la Brexit è arrivata: il 31 dicembre 2020 il Regno Unito ha lasciato l’Unione Europea, adempiendo così al referendum che nel 2016 aveva decretato la vittoria del Sì alla Brexit.

In realtà, il Regno Unito era uscito dall’Unione Europea già il 31 gennaio 2020. Per tutto l’anno però le conseguenze erano state praticamente inesistenti per noi italiani, a causa del periodo di transizione: si è dovuto attendere infatti che UE e Regno Unito raggiungessero l’accordo di separazione, avvenuto il 25 dicembre 2020.

Dal 1 gennaio 2021 quindi sono entrate in vigore nuove regole non solo per chi vive e lavora nel Regno Unito ma anche per chi viaggia nel paese.

Ecco, in sintesi, cosa è cambiato per i viaggi nel Regno Unito dal 2021:

1. Passaporto

Niente più carta d’identità per entrare nel Regno Unito! Anche i cittadini dell’Unione Europea dovranno tornare ad utilizzare il passaporto. Non da subito però: secondo il sito di VisitBritain, portale ufficiale del turismo nel Regno Unito, la carta d’identità europea infatti resterà valida fino al 1 ottobre 2021.

Il passaporto dovrà avere una validità di almeno 6 mesi. In ogni caso il periodo di permanenza nel paese non può superare i 3 mesi: in caso contrario è necessario ottenere anche il visto.

Inoltre fino al 2025 è necessario compilare un’autorizzazione elettronica di viaggio (ETA – Electronic Travel Authorisations) per entrare nel paese. Le modalità per la compilazione del documento saranno rese note prossimamente dal Governo inglese. L’autorizzazione vale anche per chi transita dal Regno Unito.

2. Copertura sanitaria

Dal 2021 chi arriva dall’Italia deve avere una propria assicurazione sanitaria per usufruire di assistenza medica durante un viaggio nel Regno Unito.

3. Cellulari e Rete Internet

Niente più roaming gratuito per cellulari e rete internet: ogni operatore telefonico decide liberamente che tariffe attribuire per i viaggi nel Regno Unito. E’ consigliabile quindi consultare il proprio operatore prima di partire.

4. Patente

E’ sempre possibile utilizzare la patente italiana per guidare in UK.

VisitBritain ha creato una pagina sul proprio sito, in lingua italiana, dove sono elencate tutte le nuove regole per i viaggi nel Regno Unito.

Anche il sito del Governo ha una pagina dedicata, in questo caso però solo in lingua inglese. Inoltre è stato pubblicato un breve questionario che permette di capire subito quali sono le nuove regole da seguire, a seconda che si stia organizzando un viaggio per piacere o per lavoro.

Se state pensando, come me, ad un prossimo viaggio a Londra e dintorni nel 2021, il consiglio è di tenersi aggiornati! Io cercherò di farlo il più possibile con questa notizia.

E dato che il Covid 19 ci farà compagnia ancora per un po’, vi consiglio di dare uno sguardo anche al post sugli strumenti utili per pianificare viaggi in questo periodo.

Questo post è stato pubblicato la prima volta il 31.12.2020. Ultimo aggiornamento il 03.01.2021

(95 views)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *