Informativa sull'uso dei cookie

 Ylenia Caioli

Vie Etrusche: 8 itinerari in Toscana sulle tracce degli Etruschi

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Toscana terra etrusca

Scoprire l’Etruria toscana seguendo le tracce degli Etruschi: si chiamano Vie Etrusche e sono 8 itinerari tracciati tra la costa e l’entroterra della Toscana meridionale studiate per far conoscere cultura, ambiente, natura, e storia dell’antica terra degli Etruschi.

Le proposte di viaggio sono state elaborate da Toscana Terra Etrusca, il progetto portato avanti da 34 comuni toscani con capofila il Comune della Città di Chiusi e che presto diventerà un vero e proprio prodotto turistico.

La presentazione degli itinerari è avvenuta a TourismA 2020, salone internazionale dell’archeologia e del turismo culturale che si è tenuto dal 20 al 23 febbraio a Firenze.

Come spiegato dai promotori, gli itinerari sono proposte di viaggio per scoprire la Toscana meridionale in un arco di tempo di più giorni, a seconda dei propri interessi. Ogni itinerario è ispirato ad un elemento vitale per gli antichi Etruschi: dall’acqua all’olio al vino fino alla pietra, solo per citarne alcuni.

vie etrusche

Le Vie Etrusche sono state raccolte in un opuscolo cartaceo, disponibile in lingua italiana e inglese. Per ogni tappa vengono suggerite le cose più importanti da visitare o comunque da non perdere. Nella brochure sono riportati anche l’elenco dei musei, delle aree archeologiche e degli uffici IAT – informazione e accoglienza turistica del territorio.

  1. Le vie dell’acqua: si parte da Chiusi, per proseguire poi a Sarteano, Chianciano Terme, Montepulciano, San Quirico d’Orcia, Bagni San Filippo ed arrivare a San Casciano. Un itinerario nella Val d’Orcia alla scoperta delle sorgenti termali, dei fiumi e bacini d’acqua.
  2. Le vie della pietra: si parte da Castiglione della Pescaia per proseguire poi a Grosseto (Roselle), Monte Argentario, Capalbio, Pitigliano e arrivare a Sorano. Un itinerario alla scoperta dei monumenti etruschi più noti.
  3. Le vie del vino: si parte da Cortona, per passare a Torrita di Siena, Montepulciano, San Quirico d’Orcia, Castiglione d’Orcia, Pitigliano, Scansano, Grosseto, Gavorrano ed arrivare a Civitella Paganico. Un itinerario seguendo le aree di produzione del vino etrusco.
  4. Le vie dell’olio: partendo da Cortona, si visita poi Castiglion Fiorentino, Civitella in Val di Chiana, Monte San Savino, Lucignano, Foiano della Chiana, Sinalunga, Trequanda, Montepulciano, Chiusi per arrivare a Sarteano. Un itinerario sulle tracce della lavorazione dell’olio.
  5. Le vie del grano: si parte da Asciano per visitare Monteroni d’Arbia, Murlo, San Quirico d’Orcia, Piena, Castiglione d’Orcia, Cinigiano, Grosseto, ed arrivare a Castiglione della Pescaia. Un itinerario che segue una delle colture più importanti per gli Etruschi, il grano.
  6. Le vie verso i monti sacri agli Etruschi: si parte da Chianciano Terme per visitare Sarteano, San Casciano dei Bagni, Castiglione d’Orcia, Abbadia San Salvatore, Santa Fiora, Semproniano ed arrivare a Sorano. Un itinerario tra il Monte Cetona e l’Amiata.
  7. Le vie di terra e di mare: si parte da Grosseto per spostarsi poi a Castiglione della Pescaia, Gavorrano, Roccastrada, Civitella Paganico, Cinigiano, Scansano, Monte Argentario ed arrivare a Capalbio. Un itinerario che segue le rotte degli scambi commerciali degli Etruschi.
  8. Passione Etrusca: l’ottavo itinerario è un percorso dedicato a veri appassionati. Si parte da Castiglion Fiorentino, per visitare Cortona, Chianciano Terme, Chiusi, Sarteano, Sorano, Pitigliano, Grosseto, Castiglione della Pescaia ed arrivare a Murlo. Un itinerario che attraversa le più importanti città etrusche della toscana, e dedicato soprattutto alla visita di musei e aree archeologiche.

Le Vie Etrusche sono concepite per essere suggerimenti di viaggio destinati a chi vuole pianificare una vacanza sulle tracce degli Etruschi.

passione etrusca

Chi fosse interessato ad approfondire l’esperienza prenotando visite o escursioni, può fare riferimento direttamente agli Uffici IAT del territorio o ai singoli musei.

Alcuni degli itinerari, però, sono già diventati anche veri e propri pacchetti turistici strutturati, per chi preferisse appoggiarsi ad un tour operator. I tour disponibili sono pubblicati sul sito di Visittuscany, il portale del turismo della Toscana, che dedica un’ampia sezione a idee di viaggio e suggerimenti per seguire le tracce degli Etruschi.

Tra le zone consigliate negli itinerari ci sono anche Sorano, Sovana e Pitigliano, un angolo di Maremma che amo particolarmente.

Se vi interessa sapere qualcosa di più su queste zone e sul rapporto con gli Etruschi, ecco il resoconto di un’escursione di qualche anno fa.

(32 views)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *