Informativa sull'uso dei cookie

 Ylenia Caioli

Quando un Englishman passeggia per la campagna toscana

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

sting si esibisce live a Il Palagio

Ormai sta diventando un’abitudine: l’estate in Toscana non può finire senza la festa di Sting e Trudie a Il Palagio: e così, per il quarto anno consecutivo, sono tornata al farm shop, dove ieri i coniugi Sumner hanno accolto amici e conoscenti giunti da varie parti del mondo in una piacevole serata estiva.

Devo dire che il numero di ospiti cresce di anno in anno: dalle poche decine del primo appuntamento alle oltre 100 che nella serata di ieri sono arrivate per salutare Sting e Trudie e assistere alla performance live del musicista inglese e della sua famiglia.

Sul sito di Obiettivotre trovate il resoconto giornalistico della serata, che ha visto i festeggiamenti delle Nozze d’Argento di questa gran bella coppia: qui, come sempre, preferisco invece lasciarmi andare ad altre considerazioni un po’ più personali.

sting e trudie, 25 anni di matrimonioE’ sempre un piacere tornare tra le colline di Figline di Valdarno: quest’angolo di Toscana, che ho imparato a conoscere proprio grazie ai coniugi Sumner, è veramente un piccolo paradiso di colori e suoni.

Il giallo dei campi di grano, il verde degli alberi e il blu intenso del cielo estivo, insieme al canto degli uccelli e all’aria frizzante hanno la capacità di farti mettere da parte tutti i pensieri per qualche ora.

farm shop il palagioAggiungete a questo l’accompagnamento di ottimi vini e prodotti toscani de Il Palagio, e capite perchè questo evento sia tanto atteso.

E poi c’è la musica: non solo quella di Cinzia e la sua band, che dal primo anno fanno da colonna sonora all’intera serata, alternando canzoni tipiche della tradizione italiana a pezzi dei Dire Straits, Survivor e Brian Adams, ma soprattutto quella della famiglia Sumners.

Anche quest’anno infatti sia Sting che suo figlio, Joe Sumner, si sono alternati a chitarra e voce, facendo crescere i brani “in repertorio”.

sting invita il pubblico a cantareSting ha preferito mettere da parte il classico Every Breath You Take, che proponeva da due anni, presentando le splendide versioni acustiche di Englishman in New York e Sister Moon e chiudendo poi con Message in a Bottle.

joe sumner e stingJoe Sumner invece ha bissato la Jelly Bean dello scorso anno, introdotta dalla divertente Looking for me, looking for U, un pezzo molto orecchiabile.

Come ogni anno, condivido alcune delle esibizioni sul canale Youtube…

…secondo me sono entrambe stupende!

Mi piace pensare che la scelta musicale di quest’anno possa essere stata suggerita dal vinile che Sting, gentilmente, mi concesse di autografare lo scorso anno: proprio quel Nothing like the sun che è stato il suo secondo album da solista e che contiene sia Englishman in New York che Sister Moon.

Più realisticamente penso che la scelta del primo brano sia dovuta al fatto che la canzone parla di diversità oltre che del coraggio di essere se stessi contro i conformismi della società , un messaggio che è sempre più attuale.

Per Sister Moon invece è possibile sia stata scelta in omaggio all’omonimo vino prodotto da Sting e Trudie e che quest’anno è stato recensito da The Wine Spectator tra i migliori 100 d’Italia.

vini il palagioQuale siano state le ragioni alla base della scelta, è in ogni caso questo il regalo più bello che ogni anno Sting fa alla Toscana: non solo i prodotti delle sue terre ma soprattutto la sua musica.

E, nel bel mezzo di un tour che dura quasi da un anno e che durerà ancora quasi altrettanto, il suo regalo è ancor più apprezzato.

 

Beppe, ex contadino de Il palagio, e sua moglieNon stupisce quindi che Sting quest’anno non si sia intrattenuto con gli ospiti, lasciando a Trudie e a suo figlio il compito di farlo.

Trudie Styler in ToscanaLui, jeans e maglietta, è arrivato a piedi, in sordina, ha fatto quello che più ama fare, ovvero cantare e suonare, e se n’è andato camminando lungo la strada che costeggia il Palagio, chiedendo di non seguirlo: un vero Englishman a passeggio per la campagna toscana.

Sting an englishman in ToscanaGrazie Gordon Matthew Thomas Sumner…grazie per ogni nota che continui a regalarci!

(78 views)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *