Informativa sull'uso dei cookie

 Ylenia Caioli

Parigi: 10 giorni alla scoperta della capitale della Francia

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

parigi

Quando le immagini vivide di un viaggio ti restano impresse anche nei giorni successivi al rientro, vuol dire non solo che la vacanza è andata bene ma anche che il luogo visitato ti ha particolarmente colpito: così è stato per il mio recente viaggio a Parigi.

Quest’anno infatti io e il mio fidanzato abbiamo deciso di trascorrere 10 giorni a luglio nella capitale francese: lui non c’era mai stato, per me sarebbe stata la terza volta ma dato che l’ultima risaliva al lontano maggio 2005, e comunque ne avevo un bellissimo ricordo, non c’era motivo per non tornare.

Abbiamo così deciso di dare uno sguardo a voli e treni per trovare il mezzo più comodo ed economico per arrivare a Parigi oltre a individuare la migliore sistemazione albergo/appartamento e a tracciare un itinerario che ci permettesse di vedere il più possibile

COME ARRIVARE A PARIGI

gare de lyonParigi è facilmente raggiungibile dall’Italia sia via aereo che via terra.

Aereo: le compagnie low cost che offrono tratte a basso costo sono tante; al volo però occorre sempre aggiungere anche il costo degli spostamenti per e da l’aeroporto alla capitale per avere l’idea precisa del costo. Devo dire che di offerte ce n’erano diverse ma alla fine abbiamo optato per un’altra soluzione.

Auto: se avete una buona auto niente vieta di arrivare a Parigi in auto. Il tempo di viaggio ovviamente dipende dal luogo di partenza. E’ possibile anche decidere di fare tappe intermedie e tenere Parigi come meta finale. Di certo muoversi per la capitale francese in auto è poco pratico ma anche costoso (benzina e parcheggi) e inutile visti i mezzi di trasporto di cui è dotata la città.

Treno: è la scelta fatto quest’anno. Purtroppo non esiste più il diretto in notturna di Trenitalia Firenze – Parigi che avevamo preso nel 2005 per raggiungere la capitale francese (partenza intorno alle 23 di sera e arrivo alle 7 di mattina); a gestire il servizio ora sono i francesi con il TGV, che offre partenze da Milano Stazione Centrale per Parigi Gare de Lyon, con diverse fermate durante il tragitto. Il viaggio dura in media 8 ore. Per prenotare basta andare sul sito di Vojages-Sncf compagnia che si occupa della vendita dei biglietti in Europa.

tgv gare de lyon_parigi

Ci sono diverse fasce di partenze nel corso della giornata, basta scegliere quella che conviene di più: purtroppo il notturno ha un orario di arrivo intorno alla mezzanotte, non proprio comodo se bisogna spostarsi con i mezzi pubblici!

Siamo così partiti da Vercelli alle 6.45 con TGV per arrivare a Parigi alle 13.20. Nonostante quest’estate circolasse la notizia della promozione per Parigi a €29 euro, quando abbiamo fatto i biglietti (oltre un mese prima della partenza) dell’offerta non c’era traccia. Il costo a persone tra andata e ritorno è stato quindi di € 130, praticamente quanto costa una normale andata/ritorno Firenze-Vercelli.

viaggio a parigiIl TGV non è male come treno, non proprio comodissimo ma le 8 ore ci si fanno bene: l’unica accortezza da avere (se siete un po’ a corto di budget) è portarsi viveri e acqua da casa: un caffè al bar mi è costato la bellezza di € 2.20!

PERNOTTARE A PARIGI

montmartreNonostante il numero infinito di Hotel e B&B a Parigi, per tutte le tasche, noi volevamo una soluzione che ci permettesse di risparmiare un po’ anche sul cibo e quindi abbiamo optato per un appartamento.

Dopo un’attenta ricerca su Airbnb e Homelidays abbiamo trovato quello che faceva per noi: un appartamento di tre stanze a Montmartre, con cucinotto, tv, l’indispensabile wifi, biancheria e lenzuola. Costo per 10 giorni (tutto compreso) € 540!

salotto appartamento parigiLa proprietaria, Genevieve, una signora di mezza età molto gentile che parla un ottimo inglese è venuta di persona a riceverci per consegnarci le chiavi.

Devo dire che l’appartamento, nonostante un bagno davvero piccolo, è stato perfetto come sistemazione per noi che giravamo tutto il giorno e rientravamo a casa la sera.

ITINERARIO DI 10 GIORNI A PARIGI

Sistemato viaggio e alloggio, ho iniziato a lavorare all’itinerario della nostra vacanza, dal 9 al 18 luglio: conoscere Parigi in 10 giorni, durante i quali avremmo vissuto anche l’esperienza dei festeggiamenti del 14 luglio

Grazie ad un paio di guide (grazie mille a Nelli di Io amo i viaggi) e alla consultazione dei siti francesi, ecco l’itinerario che abbiamo seguito:

monmartre_parigi

1 giorno (9 luglio 2013) – Siamo arrivati nel primo pomeriggio e dopo aver sbrigato le pratiche per l’appartamento ed esserci sistemati e ci siamo dedicati ad una prima esplorazione dei dintorni del nostro appartamento a Montmartre, con salita alla chiesa del Sacro Coeur.

2 giorno (10 luglio 2013) – Giornata dedicata a Montmartre: al mattino salita a piedi a Place Tertre (dove si trova un ottimo infopoint per turisti dove reperire cartine e informazioni), pranzo a panini in un giardino pubblico accanto al Sacro Coeur; nel pomeriggio visita al Museo e alla vigna di Montmartre e al cimitero di Montmartre.

3 giorno (11 luglio 2013) – Visita a Ile de La Cité e Ile ST Louis: al mattino visita alla Conciergerie e alla Sainte Chappelle, con passeggiata lungo la Senna; pranzo nei giardini di Notre Dame; pomeriggio dedicato a Notre Dame, Ile St Louis, passeggiata fino a Place de la Bastille e poi visita al Cimitero di Pere Lachaise

4 giorno (12 luglio 2013) – Al mattino visita al Pantheon (dove non siamo entrati dato che il Pendolo di Foucault in ristrutturazione fino al 2014) e ai Giardini di Lussemburgo (il palazzo è sede del Senato e si può visitare solo la domenica); pranzo nei giardini di Lussemburgo e poi passeggiata fino al grattacielo di Montparnasse; approfittando dell’apertura serale fino alle 22 (merc e venerd’) visita al Louvre

5 giorno (13 luglio 2013) – Al mattino visita al Museo D’Orsay; nel pomeriggio passeggiata per i giardini di Le Tuileries e visita dell’Orangerie; passeggiata da Place de La Concorde lungo gli Champs Elysee fino all’Arco di Trionfo per dare uno sguardo ai preparativi per il 14 luglio.

14 luglio_parigi6 giorno (14 luglio 2013) – Il 14 luglio è giorno di Festa Nazionale in Francia! Al mattino abbiamo preferito vedere la parata militare in tv, mentre nel pomeriggio siamo andati a visitare il complesso dell’Invalides e la Dome; serata agli Champ De Mars per assistere al concerto e ai fuochi d’artificio sotto la Tour Eiffel

7 giorno (15 luglio 2013) – Al mattino visita a La Defense e pranzo ai giardini di Bois de Boulogne; pomeriggio dedicato alla Tour Eiffel, dato che per entrare è stato necessario fare oltre un’ora di coda e per salire e scendere altre 2.

8 giorno (16 luglio 2013) – Giornata dedicata alla visita del palazzo e dei giardini di Versailles

salone degli specchi a Versailles_parigi9 giorno (17 luglio 2013) – Visita al Marche d’Aligre (grazie Nelli) e poi corsa veloce all’Eliseo per vedere la Rue ST Honore e le varie ambasciate; un salto anche a La Madeleine e poi nel pomeriggio un giro doveroso per le vie dei grandi magazzini (La Fayette e Printemps) e poi ultimo giro nel Quartiere Latino.

10 giorno (18 luglio 2013) – Ultimi veloci acquisti per strada per Gare de Lyon dove il treno partiva alle 10.40

Nonostante il tour sia stato impegnativo, devo dire che ne è valsa la pena: avrei voluto vedere molto di più ma ho preferito godermi le vie e gli angoli di Parigi, passeggiando per le sue strade piuttosto che usando la metro.

montparnasse_parigiIl clima a luglio a Parigi è stato splendido: i primi giorni quasi fresco gli ultimi caldo ma con una brezza costante che rende ben sopportabile l’umidità.

Credevo di trovare invece molti meno turisti: se devo consigliare un periodo dell’anno per visitare Parigi molto meglio il mese di maggio.

I prezzi sono forse un po’ più cari che in Italia ma facendo la spesa al supermercato e mangiando a panini siamo riusciti a contenere i costi: con la metro e i musei alla fine 10 giorni a Parigi ci sono costati circa € 600

Se avete voglia di visitare la capitale della Francia vi consiglio  di consultare il sito Parisinfo: la versione completa è quella in francese ma è buona anche l’inglese e al massimo quella in italiano, con notizie e info utili su cosa visitare, oltre ad aggiornamenti e news. 

Loading
Centra mappa
Traffico
In bicicletta
Trasporti
Google MapsOttieni i Percorsi

 

(5783 views)

4 Responses to Parigi: 10 giorni alla scoperta della capitale della Francia

  1. Cosamettoinvaligia 24 luglio 2013 at 10:54

    Spero per voi che abbiate fatto meno coda di quella che feci io per entrare a Versailles. Un’esperienza pazzesca e a dir poco allucinante. Non mi sono goduta niente di quel posto, quindi, urge tornarci! 🙂

    Mi fa piacere che siete stati bene.

    Rispondi
    • Ylenia 24 luglio 2013 at 10:58

      Grazie Simo, siamo stati davvero bene, ci tornerei domani 🙂

      Per Versailles, non so quanto durò la tua ma anche la nostra questa volta non scherzava: lo racconterò in uno dei prossimi post 😉 Invece quando andai la prima volta nel 2005, a maggio, nessuna coda…resto dell’idea che maggio sia un mese ottimo per visitare Parigi, luglio decisamente meno.

      E per tornare a Versailles..sappi che io sono disponibilissima 🙂 🙂

      Rispondi
  2. Antonio 25 ottobre 2016 at 20:42

    buonasera, avrei intenzione di raggiungere Parigi in macchina da Genova. Gradirei fare 3 tappe.Qualcuno sa consigliarmi luoghi da visitare pernottando e ristorante per mangiare? ho sentito sempre parlare delle campagne francesi con paesaggi e delizie gastronomiche favolose. ringrazio coloro che possono cosigliarmi e cordialmente saluto. antonio

    Rispondi
    • Ylenia Caioli 26 ottobre 2016 at 09:49

      Ciao Antonio,
      piacere di conoscerti!
      Non ho mai raggiunto Parigi in auto e quindi non credo di poterti essere molto utile.
      Sicuramente nella scelta delle tre tappe del tuo tour giocherà un ruolo decisivo il tempo che avrai disposizione per l’intero viaggio.
      Così ad occhio, come tappe mi verrebbe in mente Marsiglia, poi salire verso Lione e infine Orleans,
      così da vedere gran parte della Francia meridionale e centrale,
      con gli stipendi (così mi dicono) castelli della Loira.
      Provo comunque a condividere la tua richiesta anche sulla pagina FB
      per vedere se c’è qualcuno che può fornirti maggiore aiuto o che magari ha già fatto questo tipo di viaggio 😉
      In ogni caso ti consiglio di dare uno sguardo al sito france.fr per il turismo in Francia!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *