Informativa sull'uso dei cookie

 Ylenia Caioli

Guida alla letteratura britannica: vademecum di luoghi e autori della Gran Bretagna

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

guida-alla-letteratura-britannica

Libri e viaggi sono sempre andati d’accordo, almeno dal mio punto di vista: un libro, infatti, può farci viaggiare con la fantasia in posti lontani, oppure accompagnarci durante i nostri viaggi geografici; spesso un libro può anche essere l’ispiratore di nuovi viaggi.

Non è insolito, infatti, compiere viaggi per visitare luoghi descritti nei libri che abbiamo letto o che hanno avuto a che fare con gli autori dei libri stessi: non a caso molti lettori di questo blog amano recarsi a Orsigna, luogo caro a Tiziano Terzani.

Devono pensarla così anche a VisitBritain, Ente Nazionale del Turismo Britannico, dato che in questi giorni mi hanno segnalato la pubblicazione della Guida alla Letteratura britannica: si tratta di una sorta di breve vademecum, in lingua italiana, sui principali scrittori della Gran Bretagna e sui luoghi ad essi legati.

Da Geoffrey Chaucer, autore dei Racconti di Canterbury, a William Shakespeare, da Daniel Defoe, padre di Robinson Crusoe a Jane Austen e Charles Dickens, fino ad Arthur Conan Doyle, George Orwell, J.R.R. Tolkien e J.K. Rowling.

Ciascun autore è dotato di una breve scheda che riassume la vita, il periodo storico, l’opera bibliografica e ovviamente, alcuni dei luoghi legati allo scrittore o ai suoi libri e che possono essere visitati.

Tanto per fare un esempio, per J.R.R. Tolkien sono indicati l’Exeter College, dove l’autore de “Il Signore degli Anelli” studiò letteratura inglese e il giardino botanico di High Street ad Oxford dove amava trascorrere il tempo accovacciato sotto un enorme pino, che pare possa aver ispirato i suoi Ent.

Cootage dei Potter - WB Studio Tour London

Per J.K. Rowling invece, l’autrice della saga di Harry Potter, oltre ai Warner Bros Studios, vengono segnalati anche i luoghi di Londra che compaiono nei suoi libri e di cui avevo parlato anche in un vecchio post.

Infine per Arthur Conan Doyle è indicato lo Sherlock Holmes Museum, a Baker Street, di cui avevo scritto nel post sui misteri di Londra.

La Guida alla letteratura britannica è piccola e facile da consultare e può rappresentare un primo aiuto per chi vuole organizzare dei viaggi letterari in Gran Bretagna o anche solo arricchire i propri itinerari già pianificati.

La Guida è consultabile online sul sito di VisitBritain ma grazie alla gentile concessione di VisitBritain è possibile anche scaricarla in pdf cliccando qui, così da poterla salvare su tablet o smartphone oppure stamparla per averla sempre insieme a voi.

(91 views)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *