Informativa sull'uso dei cookie

 Ylenia Caioli

Grecia ’96: giovani archeologhe alla ricerca dell’epoca classica

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

corintoQuello che considero il primo vero viaggio della mia vita è stato in Grecia nel 1996: frequentavo da un paio d’anni la Facoltà di Scienze dell’Antichità all’Università di Firenze, con indirizzo Archeologia Greca, e quell’estate decidemmo con un paio di compagne di studi (un’etruscologa e una paletnologa) di andare a vedere le rovine di quelle antiche città di cui studiavamo sui libri: la mia prima volta in Grecia…e fu amore a prima vista!

All’epoca non esistevano i blog, almeno non come li conosciamo oggi e né tantomeno i social di geolocalizzazione: per raccontare un viaggio c’erano solo due modi, fotografie e diari cartacei. E così decidemmo (a dire il vero l’idea fu di una delle mie compagne) di tenere un diario dei nostri spostamenti dove raccontare tutto quello che sarebbe accaduto durante il viaggio. E’ proprio grazie a quelle pagine,alle  fotografie scattate  e sviluppate poi (su rulllino perchè le digitali non erano ancora così diffuse) e ai ricordi (depliant, biglietti di viaggio, etc), se oggi mi è possibile ricostruire quell’itinerario…pare il Paleolitico ma era solo vent’anni fa!

La Grecia era ancora quella della dracma, dove il costo della vita risultava molto più economico di oggi grazie al cambio con la lira, soprattutto per delle giovani studentesse (con l’introduzione dell’euro nel 2000, le cose cambiarono parecchio, come mi accorsi anni dopo).

acropoli ateneL’idea era quella di ripercorrere in due settimane il tour classico: da Olimpia, a Corinto, Micene, Argo, Nauplia, Atene, fino alla sacra Delphi, dove avremmo cercato le tracce della Pizia, antica sacerdotessa di Apollo, per interrogarla sul futuro di ciascuna di noi tre. Avremmo viaggiato zaino in spalla, portando con noi la tenda e alloggiando nei campeggi; per spostarsi avremmo usato i mezzi pubblici, insomma una vera vacanza low cost! 

Decidemmo di partire nel periodo a cavallo tra Agosto e Settembre, un po’ per lo stop degli impegni universitari e un po’ per evitare la calura e l’afa del mese di agosto: un consiglio che vale ancora oggi, dato che, che come ebbi modo di sperimentare anni dopo, il clima in Grecia ad agosto è davvero pesante da sopportare, soprattutto per chi vuole percorrere il Tour Classico.

La data di partenza fu fissata per il 23 agosto da Firenze; il rientro sarebbe stato il 6 settembre.

Nel 1996 non c’era modo di documentarsi se non con le guide cartacee di cui ovviamente ci dotammo. Se state organizzando oggi il vostro viaggio in Grecia vi consiglio invece di dare uno sguardo anche al sito ufficiale del Turismo Ellenico: è in lingua inglese (e greca ovviamente) ma contiene notizie utili e interessanti!

Loading
Centra mappa
Traffico
In bicicletta
Trasporti
Google MapsOttieni i Percorsi

(832 views)

2 Responses to Grecia ’96: giovani archeologhe alla ricerca dell’epoca classica

  1. Francesca 26 giugno 2013 at 14:11

    Il primo vero viaggio è sicuramente quello più importante e ti rimane dentro sempre!
    Gli altri vengono a ruota…
    Grecia 1996 per sempre nel cuore!!

    Rispondi
    • Ylenia 26 giugno 2013 at 22:23

      Come dare torto ad una delle mie compagne di viaggio dell’epoca?! Hai ragione Tadde, questo viaggio rimarrà per sempre nella nostra storia personale! E se dovessi dimenticarmi qualcosa, ti chiedo di ricordarmelo

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *