Informativa sull'uso dei cookie

 Ylenia Caioli

Giostra dell’Archidado: la festa medioevale di Cortona

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

mercatino medioevale cortonaNon c’è paese o città in Toscana che non abbia una propria rievocazione o festa medioevale, più o meno famosa: una delle ultime che ho scoperto è stata la “Giostra dell’Archidado” a Cortona, in provincia di Arezzo.

Ogni anno nella settimana della seconda domenica di giugno, Cortona rivive le celebrazioni avvenute nel 1397 in occasione del matrimonio tra Francesco Casali, signore di Cortona, e Antonia Salimbeni, nobildonna di origine senese.

Per l’occasione le strade vengono abbellite con gli stemmi delle diverse contrade della città (S. Andrea, S. Marco Poggio, Peccioverardi, San Vincenzo e Santa Maria) e in piazza Signorelli viene allestito un vero e proprio mercatino medioevale, con bancherelle di artigiani, arcieri e falconieri, tutti vestiti con abiti di foggia medioevale.

archidadoI festeggiamenti durano una settimana, con un prologo alla fine di Maggio per l’offerta dei Ceri a Santa Margherita; gli eventi principali però si concentrano nel weekend della seconda domenica di giugno. Il sabato sera infatti viene riproposta la rievocazione delle nozze trecentesche mentre la domenica si tiene la Giostra, che chiude le celebrazioni.

La Giostra dell’Archidado infatti è una contesa tra le contrade di Cortona (dette Quintieri) che si sfidano in piazza a suon di colpi di balestra! La domenica mattina si tiene la provaccia e alle 16 parte la gara vera e propria: il bersaglio è posto ad una distanza di circa 20 m ed è costituito da un dado, posto al centro di una sagoma in legno. Sul dado sono disegnati quattro settori concentrici che servono per assegnare un punteggio da 1 a 5. Intorno al dado ci sono 6 settori con colore diverso colpendo i quali si ottiene un punteggio in negativo.

Vince la contrada che ottiene più punti e che viene premiata dalla neo-signora di Cortona, ovvero Antonia Salimbeni!

falconiere cortonaNon ho avuto occasione di assistere alla Giostra dell’Archidado ma quest’anno ho visitato il mercatino medievale, nel primo giorno dei festeggiamenti: in attesa del post su Cortona, dico solo che l’ambientazione è molto carina e se avete occasione di passare da queste parti all’inizio di giugno, è certo un’occasione in più per visitare una città davvero bella, soprattutto se, come me, amate le atmosfere medioevali.

(1346 views)

5 Responses to Giostra dell’Archidado: la festa medioevale di Cortona

  1. Fabrizio Caioli 13 ottobre 2014 at 19:34

    Mi piace, brava Yle. Questi racconti mostrano quella parte di te che conosco poco e che ho letto con molto interesse. Penso cheprovero a fare una di queste esperienzeseguendo i tuoi consigli. BRAVISSIMA.

    Rispondi
  2. Fabrizio Caioli 13 ottobre 2014 at 19:38

    Mi ero scordatodi scrivere ” E ANCHE DIMORTO BELLINA”.

    Rispondi
    • Ylenia Caioli 14 ottobre 2014 at 11:01

      😀 questo dimostra che non si finisce mai di conoscere le persone 🙂
      Sono contenta che i post ti piacciono…diciamo che ci sono persone alle quale scrivere viene più facile che parlare o comunque raccontare a voce 😉

      Rispondi
  3. Anastasia 14 agosto 2016 at 20:54

    Dopo Orsigna ovviamente sono andata a pistoia e poi sono passata x colle di val d Elsa,altro posto meraviglioso!
    Poi sono andata a san Gimignano,e poi non potevo farmi mancare Cortona..sono rimasta affascinata da quel borgo affacciato sulla valle..emozioni forti x una persona che arriva dal caos della città.
    P.s.sei mai andata a spello vicino Assisi?prova e poi mi dirai..
    A presto

    Rispondi
    • Ylenia Caioli 15 agosto 2016 at 10:49

      Wow..hai fatto un gran bel giro Anastasia, complimenti!
      E hai scelto bene: Pistoia è deliziosa (e forse meno nota rispetto ad altre città della Toscana)
      mentre Cortona è un gioiellino di cui è facile innamorarsi!

      Non sono mai stata a Spello, purtroppo, ma è da un paio d’anni che tutta l’Umbria mi attrae molto:
      sono passata lo scorso anno per Assisi e ne sono rimasta affascinata.
      Da allora sto cercando un momento buono per trascorrerci qualche giorno
      (è stata anche tra le mete possibili delle prossime vacanze prima di optare per la Sicilia).

      Non appena riuscirò a organizzarmi, inserirò Spello tra le mete: grazie della segnalazione 😉

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *