Informativa sull'uso dei cookie

 Ylenia Caioli

Area Archeologica di Fiesole: a spasso tra etruschi e romani

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

teatro romano fiesole

Mi sono sempre domandata perchè molte persone si facciano code chilometriche per visitare gli Uffizi di Firenze mentre un luogo meraviglioso come l’area archeologica di Fiesole, spesso, venga ignorato.

Intendiamoci: non che questo sia un male, anzi, una delle bellezze di questo sito archeologico è proprio la calma che vi si respira e che lo rende uno dei miei luoghi preferiti quando voglio meditare un po’. Sono particolarmente affezionata all’area archeologica di Fiesole perchè è la prima, insieme a quella di Populonia, di cui ho ricordo fin da bambina, e probabilmente è in parte responsabile della scelta del percorso di laurea fatto anni fa, ovvero Scienze dell’Antichità.

Il sito si trova nel cuore di Fiesole, comune che domina le colline di Firenze: un delizioso piccolo borgo immerso nel verde, dove si trovano le tracce più antiche della storia di questa zona geografica. Prima infatti di Firenze, gli antichi scelsero Fiesole come luogo ideale di stanziamento, grazie alla sua posizione dominante: villanoviani, etruschi, romani, longobardi..da qui son passati in tanti. 

Così, qualche giorno fa, in un bel sabato mattina, ho lasciato la caotica Firenze e son salita a respirare aria buona a Fiesole

L’impatto con l’area archeologica di Fiesole è sempre d’effetto: ad accoglierti infatti è il Teatro Romano (uno dei pochi in Italia ancora integro) che domina la vallata del Mugello! L’azzurro immenso del cielo, il verde delle colline e degli ulivi e il grigio delle pietre del teatro sono le prime cose che colpiscono la vista, soprattutto in primavera. 

Il Teatro è stata la prima zona di scavo a Fiesole, nel 1870: è suggestivo pensare che qui oltre 2000 anni fa gli antichi romani assistevano a commedie e tragedie, seduti sulle stesse lastre della cavea dove ancora oggi stanno li spettatori delle moderne rappresentazioni (il teatro viene infatti utilizzato in estate per la rassegna dell’Estate fiesolana) o i turisti in visita.

Godersi un po’ di sole con vista sul Mugello merita davvero! 

tempio etrusco fiesoleSeguendo il percorso per i visitatori, creato alcuni anni fa dalla Soprintendenza, si raggiunge il Tempo Etrusco (probabilmente dedicato a Minerva): in realtà i templi sono due, il più antico di epoca etrusca (IV sec ac) e una successiva costruzione romana datata al I sec a.c. 

La struttura da tempio italico si individua bene ad occhio nudo: l’altare, l’ampia scalinata centrale, la cella e due alae ai lati, con i due altari nello spazio antistante. La bellezza di questo tempio è legata anche ai profumi delle piante che lo circondano: menta, olivo, malva accompagnati dal canto degli uccelli lo rendono senza dubbio il mio angolo preferito, dove radunare i pensieri sdraiati sull’erba.

Poco distante si trova infine il complesso delle Terme, le antiche aree benessere: le piscine, l’area ginnica all’aperto e il complesso del frigidarium, tepidarium e calidarium (di quest’ultimo si vedono bene i due forni).

Terminata la visita alla parte esterna dell’area archeologica di Fiesole (che dura un’ora circa), ci si trova all’ingresso del Museo Archeologico (prezzo compreso nel biglietto).

Il Museo, aperto nel 1914, è piccolo e un po’ datato come disposizione degli oggetti: il piano inferiore raccoglie gli oggetti degli scavi compiuti a Fiesole, mentre al primo piano sono esposte le collezioni acquisite dal Museo nel corso degli anni, da quella Costantini (con bellisimi vasi attici a figure rosse e nere) a quella Strozzi.

Area archeologica e museo non richiedono più di un paio  d’ore di visita: ma se non avete fretta, vi consiglio di godervi con calma questo piccolo gioiello dell’archeologia!

Complice una bella giornata di sole, potrete passeggiare sotto gli olivi, magari uscendo anche dal sentiero ufficiale, e ammirando da vicino le rovine, sempre ovviamente con il massimo rispetto per i resti antichi.

Intanto potete fare un tour virtuale dell’area e del Museo guardando la galleria fotografica: 

INFORMAZIONI UTILI SULL’AREA ARCHEOLOGICA DI FIESOLE

Fiesole si trova a pochi chilometri da Firenze: può essere raggiunta in autobus (linea n.7 da Piazza San Marco)  o in auto. In questo caso vi consiglio un piccolo parcheggio vicino all’area archeologica: per raggiungerlo basta superare la piazza, seguendo le indicazioni per le Caldine, e scendere per via Duprè costeggiando gli scavi: ve lo troverete sulla sinistra. In alternativa, poco più avanti, potete lasciare l’auto in via delle Mura Etrusche.

Se amate camminare, potete anche salire a piede lasciando l’auto a Campo di Marte: è una bella (e piuttosto lunga) camminata in salita.

La biglietteria per accedere all’area archeologica si trova in via Portigiani 1. Per info, costi e prenotazioni clicca qui

Negli ultimi anni è stata migliorata la parte delle informazioni: lungo il percorso esterno sono stati sistemati pannelli esplicativi delle tre aree principali, in lingua italiana, inglese e in braille, mentre è possibile utilizzare anche una guida multimediale disponibile presso la biglietteria.

Se volete rifocillarvi, all’interno dell’area archeologica è presente un bar; in alternativa la piazza di Fiesole è a due passi (nel vero senso della parola!), con i suoi bar e ristoranti. 

Per avere maggiori informazioni storiche sull’area archeologica di Fiesole potete consultare anche il sito dei Musei

Loading
Centra mappa
Traffico
In bicicletta
Trasporti
Google MapsOttieni i Percorsi

(2037 views)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *